Allenamento in gravidanza, Fit Pregnancy

​Allenamento 8/9° mese

Allenamento 8/9° mese
-10 min di tappeto

Circuito 1:
Alzate laterali + frontali x 12
Spinte in alto x 12
Squat x 20

Riposare 30/40 sec e ripetere il circuito

-10 min di tappeto

Circuito 2:
Lat machine dietro x 12
Hack squat x 12
Abductor machine x 12

Riposare 30/40 sec e ripetere il circuito

-10 min di tappeto

Circuito 3:

Bicipiti + squat x 12
Spinte in alto con bilanciere + squat x 12
Tricipiti con pesetti sopra la nuca + affondo dietro x 12 (in totale)

Riposare 30/40 sec e ripetere il circuito

– 10 min di tappeto (facoltativi)

In quest’ultimo mese sono andata in palestra 3 volte a settimana. Sono attualmente alla 37esima settimana e tra qualche giorno blocco l’abbonamento in palestra e continuo a casa solo con camminata su tappeto e esercizi per il pavimento pelvico.

Per qualsiasi domanda scrivetemi tranquillamente al mio account instagram @queenannadamiano

Peso attuale +7.5 kg – in gravidanza e’ importante seguire una corretta alimentazione. Per la mia spesa fit mi sono sempre affidata a PURE BODY

Codice sconto #queen 

Importante: vi consiglio sempre di chiedere al vostro medico che tipo di attività fisica potete eseguire in gravidanza. Ogni persona è diversa e ogni gravidanza è a sè !!!

#Anna #purebody  #fitpregnancy #37weekspregnant ❤🍼

www.pure-body.it

Annunci
Allenamento in gravidanza, Fit Pregnancy

Pavimento pelvico: esercizi

Ci sono atlete che alla mia stessa settimana iniziano a fare tanti squat al giorno per facilitare il parto. Sara’ vero?…beh mi sa proprio di si.

In effetti la posizione accovacciata è una posizione naturale per il parto, apre al massimo la pelvi e crea un angolo perfetto, rispetto alla forza di gravità, per la progressione del bambino. Accovacciarsi regolarmente durante la gravidanza (eseguendo dei semplici squat) aiuta ad aumentare la mobilità delle articolazioni del bacino e delle anche e a portare il bambino in un corretto rapporto posturale con la colonna vertebrale.

I muscoli del pavimento pelvico, prima della gravidanza erano sconosciuti per me…ne sono venuta a conoscenza solo dopo aver letto su internet e sui libri. E’ assurdo che non conosciamo parti del nostro corpo, ma in giro esiste davvero poca informazione.

Come capire quali sono i muscoli del pavimento pelvico e se e’ tonico?

Lo stop pipì è un test di verifica che si effettua durante la minzione. Mentre urini blocca il flusso per qualche secondo poi lascialo scorrere di nuovo. Quando cerchi di bloccare la pipì utilizzi proprio i muscoli pelvici. Questo test ha lo scopo di verificare la tonicità del pavimento pelvico. Se è faticoso bloccare il flusso quando è più intenso e riesci solo alla fine, o per niente significa che i muscoli pelvici sono deboli. Questo test aiuta ad a prendere consapevolezza dei muscoli pelvici, si riesce a percepirli ed ad avere un feedback diretto della contrazione pelvica.
Importante: non è un esercizio.

 

Una volta individuati i muscoli del pavimento pelvico, provate ad allenarli con gli esercizi di Kegel ingravidanza. … La gravidanza mette a dura prova i muscoli del pavimento pelvico perche’ sono parte attiva durante il parto.

L’esercizio base da fare a durante la giornata e’ quello delle contrazioni volontarie. 

Durante la giornata, mettiti sdraiata o seduta e pratica delle piccole contrazioni volontarie appunto come quando s’interrompe il getto urinario, veloci all’inizio e più intense e mantenute man mano che si è allenate. L’ideale sarebbe dieci contrazioni di 5 secondi con un rilassamento di 10 secondi.

Man mano che si diventa piu’ esperte si puo’ mantenere la contrazione per piu’ secondi.

Esistono diverse app che vi aiutano in questo esercizio.

Cosa importante, per allenare i muscoli perineali è utile anche il semplice camminare o fare una generica attività fisica, poiché sono attività che mettono in tensione la zona pelvica.

Chi si allena in modo costante,infatti, dovrebbe avere i muscoli del perineo gia’ ben allenati, credo che sia questo il motivo per il quale si ritiene che le atlete riescono a sopportare meglio il parto…speriamo bene!

Gli esercizi che continuo a fare sempre nei circuiti sono: lo squat, bridge su palla e il wall sit.

Altra cosa importante, che mi hanno insegnato al corso preparto, e’ il massaggio al perineo. Che non sto qui a spiegarvi, perche’ potrebbe non essere gradevole per tutti. Vi consiglio pero’ di informarvi…perche’ una giusta idratazione ed elasticita’ dovrebbe davvero fare la differenza.

Importante: vi consiglio sempre di chiedere al vostro medico che tipo di attività fisica potete eseguire in gravidanza. Ogni persona è diversa e ogni gravidanza è a sè !!!

Fonte: pianeta mamma e corso pre-parto.

#Anna #purebody  #fitpregnancy #34weekspregnant ❤🍼

www.pure-body.it (codice sconto #queen)

Allenamento in gravidanza, Fit Pregnancy

Allenamento 7° Mese

Eccoci al termine del settimo mese 🙂 con + 5kg. La bimba cresce e rispetta le giuste misure. Ormai si muove di continuo e non esiste sensazione più bella…è qualcosa di incredibile!!!

L’anno nuovo diventerò anche ziaaa ❤

In questo mese, sarà stato il forte caldo, ho avuto una riduzione della fame – mantenendo però 2 sgarri a settimana. Per quanto riguarda le energie, ringrazio Dio per riuscire a fare tutto: dall’allenamento, alle pulizie di casa…dalla spesa al lavoro. Presto però iniziano finalmente le ferie anche per me, e subito dopo inizio il periodo di maternità.

Ho proprio bisogno di rallentare i ritmi e soprattutto ho bisogno di tempo per iniziare a fare tutte le compere per Isabel…sono ancora a zero!!!

Il corredino in verità l’ho iniziato e ho ricevuta già tantissimi regali 🙂 🙂 🙂

Per quanto riguarda l’allenamento ecco il circuito del mio 7°mese:

  1. Primo Giro:
  • Squat ai cavi  x 15/20
  • Affondi ai cavi  x10 a gamba
  • Dorsali pull down machine x 15

Eseguire gli esercizi secondo le ripetizioni indicate e passare all’esercizio seguente senza effettuare riposo. Alla fine dei 3 esercizi, riposare 45 sec/1min e ripetere il primo giro.

 

2. Secondo Giro:

  • Abductor machine x 10/12
  • Ponte su fit ball x 15/20
  • Alzate laterali x 10 + frontali x 10

Eseguire gli esercizi secondo le ripetizioni indicate e passare all’esercizio seguente senza effettuare riposo. Alla fine dei 3 esercizi, riposare 45 sec/1min e ripetere il secondo giro.

3. Terzo Giro:

  • Hack squat x 15
  • Bicipiti  con manubri x 15
  • Tricipiti con manubrio singolo sopra la testa x 15

Eseguire gli esercizi secondo le ripetizioni indicate e passare all’esercizio seguente senza effettuare riposo. Alla fine dei 3 esercizi, riposare 45 sec/1min e ripetere il terzo giro.

4. Quarto Giro:

  • standing leg curl  x 12 + 12
  • polpacci machine x 15
  • spinte in alto x 10 + pull down ai cavi x 10

Eseguire gli esercizi secondo le ripetizioni indicate e passare all’esercizio seguente senza effettuare riposo. Alla fine dei 3 esercizi, riposare 45 sec/1min e ripetere il quarto giro.

Alla fine del quarto giro continuo con 5 min di abductor machine (che potete anche sostiture con il quarto giro) + 15 min di camminata.

Eseguo il circuito 3/4 volte a settimana.

Importante: vi consiglio sempre di chiedere al vostro medico che tipo di attività fisica potete eseguire in gravidanza. Ogni persona è diversa e ogni gravidanza è a sè !!!

#Anna #purebody  #fitpregnancy #30weekspregnant ❤🍼

www.pure-body.it

codice sconto #queen

Allenamento in gravidanza, Fit Pregnancy

Allenamento 6° Mese

Ebbene si siamo gia’ al sesto mese 🙂

Con precisione sono alla fine sel sesto. In questo mese ho iniziato ad avere una leggera diminuzione della fame dovuta al mal di stomaco. La bimba cresce e gli organi si spostano…tutto normale insomma 🙂

Isabel sta bene, cresce e non vedo l’ora di conoscerla ❤

Intanto continuo ad allenarmi 4 volte a settimana (se non riesco 3) e mangiare bene concedendomi uno sgarro settimanale. Peso attuale 60kg – in tutto sono aumentata di 4kg.

CIRCUITO TOTAL BODY (6° MESE) Continue reading “Allenamento 6° Mese”

Farina di avena, Farina Manitoba, Olio di cocco, Pane, Pizza & Co.

Pizza integrale di scarole

wp-1478537528343.png

PIZZA INTEGRALE DI SCAROLE

INGREDIENTI:

PROCEDIMENTO: 

  1. In una ciotola, sciogliere il lievito di birra in acqua.
  2. Se utilizzate una impastatrice aggiungere nel boccale l’acqua e il lievito + la farina, 40g olio di cocco (liquido)  e sale. Impastare per circa 4 min.  (se invece non avete l’impastatrice disporre una piramide con la farina, su un piano di lavoro (o in una ciotola), in cima fare un buco con le dita e versare poco alla volta l’acqua con il lievito + l’olio di cocco e il sale. Lavorare energicamente l’impasto fino ad ottenere un impasto morbido, omogeneo e liscio. Formate una palla, ponetela in una ciotola, copritela con la pellicola e lasciatela lievitare a temperatura ambiente (per un paio d’ore, o fino a quando avrà raddoppiato il suo volume).
  3. Nel frattempo lavare e pulire le scarole. Tagliarle e mettere a bollire per 15min. Scolare bene.
  4. Saltare le scarole in 20g olio di cocco. Aggiungere le olive, sale e pepe.
  5. Quando l’impasto sarà lievitato, pesatelo e dividetelo in due panetti uguali. Con un mattarello spianate uno dei due panetti, ricavandone una sfoglia alta circa mezzo cm, quindi spruzzate con l’olio Pam una teglia tonda delle dimensioni di 30/34 cm.
  6. Stendete l’impasto nella teglia, avendo cura di ricoprirne con la pasta anche i bordi. Bucherellate il fondo della sfoglia con i rebbi di una forchetta, quindi aggiungete il ripieno, ormai freddo, e distribuitelo uniformemente.
  7. Con l’impasto rimasto, ricavate un’altra sfoglia e adagiatela sul ripieno, richiudete i bordi sigillandoli bene con le mani, quindi bucherellate con una forchetta la superficie della pizza.
  8. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti. Una volta cotta, lasciate raffreddare completamente la pizza di scarola su una gratella e servitela a fette.

Io l’ho servita mettendo al centro una fetta da 50g di fesa di tacchino.

TAGLIARE LA PIZZA IN 10 FETTE.

Valori nutrizionali in 1 fetta (con l’aggiunta di 50g di fesa di tacchino):

  • Carbo 48.10g
  • Grassi 9.40 g
  • Pro 22.6g

🙂

#Anna

www.pure-body.it

 

Arachidi, Farina di avena, Melanzane, Olio di cocco, Piatti a base di Carne, Uova & Albumi

Polpette di melanzane  

Quanto mi piacerebbe avere “una tavola calda” super FIT – un PROTEIN HOUSE proprio come quello di Larissa!!! Adoro cucinare e soprattutto reinventare piatti secondo i miei macros giornalieri!!! In questo periodo lontano dalle gare, poi, posso finalmente divertirmi in cucina proprio perchè la mia alimentazione non si limita a pochi alimenti ma è superrr varia. E’ vero sto sempre a fare calcoli e a leggere i valori nutrizionali, ma ciò non mi pesa…anzi mi incuriosisce sempre più.

Vi pubblico la ricetta delle polpette di melanzane, le potete preparare come contorno abbinando una fonte proteica.

Ho preparato le polpette con il bimby, ma potete seguire tranquillamente il procedimento e utilizzare i vostri utensili.

POLPETTE DI MELANZANE 

INGREDIENTI

PROCEDIMENTO Continue reading “Polpette di melanzane  “

About Us

I CARBOIDRATI CI FANNO MALE?

I CARBOIDRATI FANNO MALE, FANNO INGRASARE!!! …quante volte avete sentito questa frase?…io tanteee

carboidrati-pane-pasta-frutta

Purtroppo ancora oggi, specialmente sulle riviste vengo pubblicizzate diete a basso contenuto di carboidrati per perdere peso. Ma haimè…le persone non si rendono conto che diete “low carb” per lunghi periodi possono anche portare ad un aumento di peso.

 

Tutti noi dovremmo essere “educati” all’uso dei carboidrati… ecco 3 CONSIGLI per voi.

 

# 1: mangiare i carboidrati ad ogni pasto ma con moderazione

 

Sia che si sta mangiando avena, patate, o anche un piccolo biscotto, se i carboidrati vengono consumati con moderazione, si evita di immagazzinare grasso in eccesso.

Per la donna media, consiglio di consumare dai 30-40 g di carboidrati per pasto. Le dosi ovviamente possono variare a seconda del metabolismo e gli obiettivi. Ricordate solo che i carboidrati in eccesso (qualunque esso sia) si trasformerà in grasso corporeo soprattutto se non lo consumiamo con l’esercizio fisico. La moderazione è la chiave!

 

# 2: mangiare carboidrati complessi per frenare l’appetito

 

I carboidrati complessi e a basso indice glicemico come il riso integrale, pane integrale, patate dolci, e farina d’avena sono a digestione lenta. Questo ci permetterà di sentirci più pieni per più ore. Questi carbo ci faranno bruciare di piu’ durante tutto il giorno, mantenendo stabili i livelli di zucchero nel sangue!

 

# 3 mangiare carboidrati semplici per ricaricarci di energie (es. post allenamento)

 

Se ti senti stanco o assonnato, provare a mangiare un po’ di carboidrati con un alto indice glicemico come la frutta o la patata bianca…ottimi per una rapida sferzata di energia! I carboidrati semplici sono ottimi soprattutto per il post allenamento – per recuperare le energie dopo un allenamento intenso. Una banana, per esempio, con una proteina a digestione rapida (es. proteine del siero del latte – in polvere) potrebbero essere un ottimo spuntino post work-out.  L’unica avvertenza per i carboidrati semplici, è che elevano i livelli di zucchero nel sangue. Dunque anche in questo caso, la moderazione è la chiave!

#ANNA

About Us

Pizza integrale con macinato e pesto

Ebbene si…ad una settimana dalla gara ancora non ho mangiato la PIZZAAAAA napoletana!!!! Questo post-gara mi sta sorprendendo, perchè nonostante la delusione non mi sono “sfondata” col cibo. L’esperienza insegna, e io col tempo ho capito che è giusto godersi uno sgarro subito dopo la gara…ma non è giusto farsi del male!!!!

Ci sarà tempo per la pizza…il gelato e tante cose buone… intanto pero’ le voglie ci sono e io preferisco placarle con i miei piatti fit!!! 🙂

Oggi, per esempio avevo troppa voglia di pizza… e ho optato per una pizza fatta in casa con farina integrale. Diversamente da quella 00, conserva integralmente la crusca ed è molto più ricca di fibre.

RICETTA – PIZZA INTEGRALE CON MACINATO E PESTO 

BASE PER PIZZA – INGREDIENTI per 4 persone: 

  • 30 g di olio di cocco
  • 220 g di acqua temperatura ambiente
  • 1 goccia di tic
  • 7 g di lievito disidratato
  • 400 g di farina integrale
  • 1 cucchiaino di sale

FARCITURA 

  • Pomodori pelati
  • Pesto q.b
  • 200 g di macinato di manzo magro
  • sale q.b
  • foglie di basilico fresco

PROCEDIMENTO

In una ciotola versare l’acqua, aggiungere il tic e mescolare. Aggiungere il lievito e mescolare. Aggiungere la farina, l’olio di cocco (sciolto) e il sale. Impastare con le mani fino ad ottenere un impasto morbido e compatto. Formare una palla. Mettere l’impasto in una ciotola unta con olio a spray. Coprire con pellicola trasparente o un panno umido e far crescere l’impasto per almeno un’ora.

Preriscaldare il forno a 220° .

Mettere l’impasto su una placca da forno (io ho spruzzato del pam per non far attaccare). Stendere l’impasto con le mani.

Farcire con pomodoro, macinato, pesto, origano e sale.

Infornare per 20 min. Servire calda con foglie di basilico fresco.

➡➡➡ se avete una impastatrice o il bimby seguite lo stesso procedimento

#Anna 

About Us

Gelato fragola e banana

GELATO FRAGOLA E BANANA – RICETTA BIMBY 

INGREDIENTI: 

  • 500 g di frutta congelata (fragole e banana)
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 100 g di albume
  • tic
  • bolero gusto a piacere (1/2 cucchiaino piccolo – opzionale)

PROCEDIMENTO 

Mettere nel boccale la frutta congelata, il succo di limone e l’albume.

Mescolare 1 min e 30 sec / vel. 5 spatolando. Servire immediatamente.
Per chi non ha il bimby: mescolare tutti gli ingredienti in un robot da cucina o gelatiera.  

#Anna 

About Us

Pizza Marinara con farina integrale

PIZZA MARINA CON FARINA INTEGRALE

Ecco la mia prima pizza fatta in casa…sono troppo felice che sia piaciuta ahhaha.

Per impastarla potete utilizzare il bimby o le mani 😛

Ingredienti(per 2 persone)
– 160 gr Acqua
– 14 gr Lievito di Birra (o 2 bustine)
– 300 gr Farina Integrale
– 5gr Sale
– 25 gr Latte scremato

Procedimento con il bimby

Inserisci nel boccale l’acqua e  il lievito. 10 Sec. Vel. 3.

Aggiungi la farina integrale, il sale e il latte. 4 Min. Vel. Spiga.

Metti l’impasto in una ciotola un po’ capiente, coprilo con un panno e lascia lievitare il tempo necessario perché cresca bene (2/3 ore).

Stendere l’impasto in una teglia (io ho spruzzato del pam per non far attaccare) e condire a piacere. Io ho fatto una marinara aggiungendo solo pomodoro, origano e aglio.

Servire con olio evo a crudo

Buona Pizza!!! #Anna 

 

image