Avena (crusca-fiocchi-farina), Brioches, Cacao, Carboidrati, Colazioni & Snack, Ingredienti, Ricette Fit, Yogurt

Cornetto ripieno di Fit Nutella

Vado dritta al sodo perché il titolo non ha bisogno di ulteriori commenti 🙂

Ingredienti

1 Protobrio Sweet CiaoCarb

50 gr Fiocchi d’Avena BPR Nutrition gusto noccioloso

100 gr Yogurt Alpro Natural al cocco

10 gr Cacao amaro

10 Gocce di Flav Drops gusto Cheesecakes

10 Gocce di Sucralosio

Procedimento

Prepariamo prima la finta Nutella. In un pentolino cuocere i fiocchi d’avena con 250 ml di acqua (anche in microonde va bene). Trasferire il porridge in una ciotola e lasciare raffreddare. Dopo qualche minuto aggiungere lo yogurt, il sucralosio e il flav drops. A parte formare la cremina di cacao (cacao amaro e acqua q.b.) e versarla sul porridge. Ricoprire la ciotola con la pellicola e riporre in frigo per almeno 4 ore. Il mio consiglio è di trasferirla, se possibile, in freezer un’ora prima del consumo.

A questo punto aprire a metà il cornetto e riempirlo con la cremina cacao-nocciola. Mangiare e godere 🙂

Vi renderete conto che avanzerà della crema cacao-nocciola… mangiatela al cucchiaio! E’ buonissima 🙂

#rossy

Macros della ricetta:

grassi gr 18,72  carboidrati gr 37,80  proteine gr 20,60  Kcal 408

 

Annunci
About Us

Il Ph degli alimenti ..la base per vivere in salute!

Avete mai sentito parlare del PH degli alimenti !?!?

ll funzionamento del nostro organismo si basa sul delicato rapporto acido/basico. Se tale equilibrio viene perduto e se l’ambiente in cui vivono le nostre cellule diventa molto acido, questa acidità  altera il pH del nostro corpo  creando i presupposti per quei fenomeni incurabili che vengono comunemente chiamati “malattie da degenerazione cellulare” .

Come principale causa dell’acidità eccessiva viene indicata l’assunzione di alimenti dall’azione particolarmente acidificante. Uno squilibrio della dieta seguita verso gli alimenti ad azione acidificante potrebbe condurre all’insorgere di malattie cardiovascolari o di patologie infiammatorie croniche e di disturbi più o meno gravi, a partire dal comune raffreddore, fino al cancro.Lo stress può essere annoverato tra le cause di acidificazione dell’organismo e ad esso possono essere aggiunti altri fattori, come fumo, assunzione di farmaci, vita sedentaria, disidratazione e consumo di bevande alcoliche.

Per comprendere la condizione del proprio organismo sulla base del pH, è necessario munirsi di cartine al tornasole, da utilizzare per la valutazione del livello di acidità delle urine.scala-pH

                                                                                                                                                  Info GreenMe

é un argomento che reputo molto interessante e che deve essere preso in considerazione non solo da persone che fanno ampio uso di zuccheri raffinati , farine bianche, derivati del latte ed altri alimenti  ma anche da chi come me segue uno stile di vita ”sano” …. sano messo tra virgolette perchè ,è inutile nascondersi dietro un dito, siamo (quasi) sempre alla ricerca di alternative artificiali allo zucchero che , come potete vedere dalle tabelle , sono classificati come alimenti fortemente acidificanti !

Il consiglio che posso darvi è quello di rendere la vostra dieta quanto meno acida possibile sia limitando l’assunzione di cibi acidi sia associando in maniera opportuna  alimenti acidi/basici.

Es . accompagnare la vostra Bistecca ( acido) da tanta verdura alcalinizzante !!!!!

Ecco 2 tabelle da scaricare che elencano i cibi in base al valore del loro PH:

Tabella alimenti acidificanti ed alcalinizzanti

tabella_acido_basico

Jessica.

About Us

Protein Pancakes

fit

20140729-083417.jpg

Buongiornooooo 😉

Qualche giorno fa ho pubblicato sulla pagina facebook la foto di questi fantastici pancakes, oggi finalmente sono riuscita a fare un video decente della preparazione ed a caricare le foto 😉

La ricetta è semplicissima perché sono i classici protein pancakes fatti solo con farina di avena e proteine . Per cuocersi ci vogliono davvero 2 minuti ed ovviamente il sapore dei vostri pancakes potete cambiarlo ogni giorno sostituendo il gusto delle proteine che preferite . 

Ingredienti :

  • 50gr farina di avena
  • 20 gr di proteine 
  • Acqua q.b.
  • Tic

Per la crema :

  • 10gr di proteine
  • Acqua q.b.

Potete aggiungere all’impasto base  granella di mandorle , cacao in polvere , bolero invece del tic, cannella, vaniglia , scaglie di cocco e farli come più vi piace !!!!

Il procedimento è banalissimo in quanto basta amalgamare per bene l’acqua con la farina , le proteine ed il tic e cuocere su piastra antiaderente .

Fare la crema proteica mischiando le proteine con pochissima acqua ed accompagnare i pancakes con la crema 😉 

20140729-083559.jpg

Scappo in palestraaaaaaa Buona giornata a tutti voi !!!!!!!

Ecco il video dei nostri PRotein Pancakes

self2

Jessica.

About Us

Lo sapevi che….pasta shirataki!

 

 

20140727-124748.jpg

 

Ormai tutti conoscono questo tipo di ” pasta ”…ma perché sta riscuotendo cosi tanto successo soprattutto nel mondo del BB ??

I motivi sono semplici e più che validi 😉

La pasta shirataki è fatta con una particolare farina , la farina di glucomannano , estratta dalla radice di una pianta.

1. 100% naturale 

Il glucomannano è una fibra vegetale che ha la capacità di aumentare fino a 80-100 volte il suo volume .

2. 100% fibra vegetale

3. favorisce il senso di sazietà

4. Gluten Free 

5. Zero carboidrati 

6. Zero grassi 

7. Più o meno (dipende dalla marca ) circa 10cal ogni 100 grammi

Non aspettatevi però la stessa consistenza della pasta perché questa risulterà un po più ”callosa” , inoltre non ha sapore e quindi prende il sapore del sugo con cui decidete di condirla . 

Ci sono studi che affermano che questa pasta ha molte proprietà salutari come per esempio la riduzione del colesterolo , prevenzione di cancro al colon e regolarità intestinale .

Spero di esservi stata utile dandovi queste poche informazioni 🙂

Io l’ho provata la settimana scorsa e devo dire che è molto saziante ( ne ho mangiato 100 grammi!) ; è velocissima da preparare perchè basta sciacquarla sotto l’acqua e farla poi saltare nel sugo che avete preparato ; dopo, ”sotto sforzo” 😛 , ho dovuto mangiare anche la mia dose di carbo che mi spettava per quel pasto !!!! 

Jessica.

About Us

Noodles al Limone

Buonaseraaa…

a grande richiesta della nostra follower Cristina, pubblico la ricetta dei Noodle al limone 😛 provati ieri a pranzo.

Piatto semplice e veloce, pronto in soli 15 min 😉

20140726-162613.jpg

I noodle sono “Ciao Carb”, li ho provati per la prima volta e sinceramente non sono per niente male 🙂 In 50 gr di noodle ci sono ben 30gr di proteine e circa 7g di carbo!!!! Sono moltooo sazianti, per cui consiglio di prepararli in modo molto semplice per evitare di farli diventare pesanti.

Noodle al Limone 

20140726-162625.jpg

Ingredienti

  • 50 gr di Noodle Ciao Carb
  • succo di un limone
  • 15 gr di fiocchi d’avena
  • 2 cucchiaini di yogurt greco
  • cipolla secca q.b
  • peperoncino q.b
  • basilico q.b
  • 1 cucchiaino d’olio d’oliva

Procedimento

Portare l’acqua ad ebollizione e cuocere i Noodles per 15 min come indicato sulla confezione. (non dimenticate di girare i Noodle per evitare che si attacchino). Nel frattempo, da parte, in un pentolino cuocere i fiocchi d’avena in poca acqua. Non appena i fiocchi sono cotti (l’acqua deve essere assorbita del tutto) versare il succo di limone, la cipolla secca, il peperoncino, il basilico e lo yogurt greco. Mescolare bene. Far cuocere giusto per 1 minuto mantenendo il sughetto cremoso. Colare i Noodle, aggiungerli al sugo mescolando bene. Servire con basilico.

Pronti a provarli?…#taggaci #condividi

Anna