Allenamento in gravidanza, Fit Pregnancy

​Allenamento 8/9° mese

Allenamento 8/9° mese
-10 min di tappeto

Circuito 1:
Alzate laterali + frontali x 12
Spinte in alto x 12
Squat x 20

Riposare 30/40 sec e ripetere il circuito

-10 min di tappeto

Circuito 2:
Lat machine dietro x 12
Hack squat x 12
Abductor machine x 12

Riposare 30/40 sec e ripetere il circuito

-10 min di tappeto

Circuito 3:

Bicipiti + squat x 12
Spinte in alto con bilanciere + squat x 12
Tricipiti con pesetti sopra la nuca + affondo dietro x 12 (in totale)

Riposare 30/40 sec e ripetere il circuito

– 10 min di tappeto (facoltativi)

In quest’ultimo mese sono andata in palestra 3 volte a settimana. Sono attualmente alla 37esima settimana e tra qualche giorno blocco l’abbonamento in palestra e continuo a casa solo con camminata su tappeto e esercizi per il pavimento pelvico.

Per qualsiasi domanda scrivetemi tranquillamente al mio account instagram @queenannadamiano

Peso attuale +7.5 kg – in gravidanza e’ importante seguire una corretta alimentazione. Per la mia spesa fit mi sono sempre affidata a PURE BODY

Codice sconto #queen 

Importante: vi consiglio sempre di chiedere al vostro medico che tipo di attività fisica potete eseguire in gravidanza. Ogni persona è diversa e ogni gravidanza è a sè !!!

#Anna #purebody  #fitpregnancy #37weekspregnant ❤🍼

www.pure-body.it

Annunci
Allenamento in gravidanza, Fit Pregnancy

Pavimento pelvico: esercizi

Ci sono atlete che alla mia stessa settimana iniziano a fare tanti squat al giorno per facilitare il parto. Sara’ vero?…beh mi sa proprio di si.

In effetti la posizione accovacciata è una posizione naturale per il parto, apre al massimo la pelvi e crea un angolo perfetto, rispetto alla forza di gravità, per la progressione del bambino. Accovacciarsi regolarmente durante la gravidanza (eseguendo dei semplici squat) aiuta ad aumentare la mobilità delle articolazioni del bacino e delle anche e a portare il bambino in un corretto rapporto posturale con la colonna vertebrale.

I muscoli del pavimento pelvico, prima della gravidanza erano sconosciuti per me…ne sono venuta a conoscenza solo dopo aver letto su internet e sui libri. E’ assurdo che non conosciamo parti del nostro corpo, ma in giro esiste davvero poca informazione.

Come capire quali sono i muscoli del pavimento pelvico e se e’ tonico?

Lo stop pipì è un test di verifica che si effettua durante la minzione. Mentre urini blocca il flusso per qualche secondo poi lascialo scorrere di nuovo. Quando cerchi di bloccare la pipì utilizzi proprio i muscoli pelvici. Questo test ha lo scopo di verificare la tonicità del pavimento pelvico. Se è faticoso bloccare il flusso quando è più intenso e riesci solo alla fine, o per niente significa che i muscoli pelvici sono deboli. Questo test aiuta ad a prendere consapevolezza dei muscoli pelvici, si riesce a percepirli ed ad avere un feedback diretto della contrazione pelvica.
Importante: non è un esercizio.

 

Una volta individuati i muscoli del pavimento pelvico, provate ad allenarli con gli esercizi di Kegel ingravidanza. … La gravidanza mette a dura prova i muscoli del pavimento pelvico perche’ sono parte attiva durante il parto.

L’esercizio base da fare a durante la giornata e’ quello delle contrazioni volontarie. 

Durante la giornata, mettiti sdraiata o seduta e pratica delle piccole contrazioni volontarie appunto come quando s’interrompe il getto urinario, veloci all’inizio e più intense e mantenute man mano che si è allenate. L’ideale sarebbe dieci contrazioni di 5 secondi con un rilassamento di 10 secondi.

Man mano che si diventa piu’ esperte si puo’ mantenere la contrazione per piu’ secondi.

Esistono diverse app che vi aiutano in questo esercizio.

Cosa importante, per allenare i muscoli perineali è utile anche il semplice camminare o fare una generica attività fisica, poiché sono attività che mettono in tensione la zona pelvica.

Chi si allena in modo costante,infatti, dovrebbe avere i muscoli del perineo gia’ ben allenati, credo che sia questo il motivo per il quale si ritiene che le atlete riescono a sopportare meglio il parto…speriamo bene!

Gli esercizi che continuo a fare sempre nei circuiti sono: lo squat, bridge su palla e il wall sit.

Altra cosa importante, che mi hanno insegnato al corso preparto, e’ il massaggio al perineo. Che non sto qui a spiegarvi, perche’ potrebbe non essere gradevole per tutti. Vi consiglio pero’ di informarvi…perche’ una giusta idratazione ed elasticita’ dovrebbe davvero fare la differenza.

Importante: vi consiglio sempre di chiedere al vostro medico che tipo di attività fisica potete eseguire in gravidanza. Ogni persona è diversa e ogni gravidanza è a sè !!!

Fonte: pianeta mamma e corso pre-parto.

#Anna #purebody  #fitpregnancy #34weekspregnant ❤🍼

www.pure-body.it (codice sconto #queen)

Allenamento in gravidanza, Fit Pregnancy

Allenamento 7° Mese

Eccoci al termine del settimo mese 🙂 con + 5kg. La bimba cresce e rispetta le giuste misure. Ormai si muove di continuo e non esiste sensazione più bella…è qualcosa di incredibile!!!

L’anno nuovo diventerò anche ziaaa ❤

In questo mese, sarà stato il forte caldo, ho avuto una riduzione della fame – mantenendo però 2 sgarri a settimana. Per quanto riguarda le energie, ringrazio Dio per riuscire a fare tutto: dall’allenamento, alle pulizie di casa…dalla spesa al lavoro. Presto però iniziano finalmente le ferie anche per me, e subito dopo inizio il periodo di maternità.

Ho proprio bisogno di rallentare i ritmi e soprattutto ho bisogno di tempo per iniziare a fare tutte le compere per Isabel…sono ancora a zero!!!

Il corredino in verità l’ho iniziato e ho ricevuta già tantissimi regali 🙂 🙂 🙂

Per quanto riguarda l’allenamento ecco il circuito del mio 7°mese:

  1. Primo Giro:
  • Squat ai cavi  x 15/20
  • Affondi ai cavi  x10 a gamba
  • Dorsali pull down machine x 15

Eseguire gli esercizi secondo le ripetizioni indicate e passare all’esercizio seguente senza effettuare riposo. Alla fine dei 3 esercizi, riposare 45 sec/1min e ripetere il primo giro.

 

2. Secondo Giro:

  • Abductor machine x 10/12
  • Ponte su fit ball x 15/20
  • Alzate laterali x 10 + frontali x 10

Eseguire gli esercizi secondo le ripetizioni indicate e passare all’esercizio seguente senza effettuare riposo. Alla fine dei 3 esercizi, riposare 45 sec/1min e ripetere il secondo giro.

3. Terzo Giro:

  • Hack squat x 15
  • Bicipiti  con manubri x 15
  • Tricipiti con manubrio singolo sopra la testa x 15

Eseguire gli esercizi secondo le ripetizioni indicate e passare all’esercizio seguente senza effettuare riposo. Alla fine dei 3 esercizi, riposare 45 sec/1min e ripetere il terzo giro.

4. Quarto Giro:

  • standing leg curl  x 12 + 12
  • polpacci machine x 15
  • spinte in alto x 10 + pull down ai cavi x 10

Eseguire gli esercizi secondo le ripetizioni indicate e passare all’esercizio seguente senza effettuare riposo. Alla fine dei 3 esercizi, riposare 45 sec/1min e ripetere il quarto giro.

Alla fine del quarto giro continuo con 5 min di abductor machine (che potete anche sostiture con il quarto giro) + 15 min di camminata.

Eseguo il circuito 3/4 volte a settimana.

Importante: vi consiglio sempre di chiedere al vostro medico che tipo di attività fisica potete eseguire in gravidanza. Ogni persona è diversa e ogni gravidanza è a sè !!!

#Anna #purebody  #fitpregnancy #30weekspregnant ❤🍼

www.pure-body.it

codice sconto #queen

Allenamento in gravidanza, Fit Pregnancy

Allenamento 6° Mese

Ebbene si siamo gia’ al sesto mese 🙂

Con precisione sono alla fine sel sesto. In questo mese ho iniziato ad avere una leggera diminuzione della fame dovuta al mal di stomaco. La bimba cresce e gli organi si spostano…tutto normale insomma 🙂

Isabel sta bene, cresce e non vedo l’ora di conoscerla ❤

Intanto continuo ad allenarmi 4 volte a settimana (se non riesco 3) e mangiare bene concedendomi uno sgarro settimanale. Peso attuale 60kg – in tutto sono aumentata di 4kg.

CIRCUITO TOTAL BODY (6° MESE) Continue reading “Allenamento 6° Mese”

Allenamento in gravidanza, Fit Pregnancy

Allenamento 5° mese

Non finirò mai di ringraziarvi per l’affetto che mi dimostrate ogni giorno 🙂 mi rende davvero felice.

Questo periodo di gravidanza diventa giorno dopo giorno sempre più bello…alla ventesima settimana ho iniziato a sentire i primi colpetti da parte della piccola. Un’emozione indescrivibile!!!

Lo stile di vita sano, mi sta aiutando molto nel vivere il tutto con serenità. Il non mettere su troppi chili e il continuo movimento mi permettono di continuare la mia vita facendo tutto ciò che facevo prima.

Continuo ad allenarmi 4 volte a settimana, anche se la pancia sta crescendo. L’unico fastidio che posso avere quando sono molto stanca tra casa, lavoro e impegni vari come l’allenamento…è il nervo sciatico. In verità ne ho sempre sofferto, ma fortunatamente mi basta una bella dormita per far passare il dolore. In gravidanza non sono ammessi medicinali (a parte qualcosina in casi particolari tra cui febbre) per cui devo farmi bastare i metodi naturali.

Crescendo la pancia, in palestra c’è chi guarda “stranito” e chi incuriosito e ti riempe di domande!!! ahaha 🙂

Di seguito il circuito di questo 5° mese quasi giunto al termine 🙂

CIRCUITO TOTAL BODY (5° MESE) Continue reading “Allenamento 5° mese”

Colazioni & Snack, Farine (varie), Lifestyle, Nutrizione, Ricette Fit, Torte & Tortini, Uova & Albumi, Yogurt

What I eat in a day

Invece della solita ricetta, oggi ho deciso di parlarvi di me e delle mie abitudini, alimentari per la precisione. Questo perché ricevo numerose domande a riguardo e richieste di consigli.

Premessa 1: ognuno di noi è diverso e ciò che leggerete di seguito fa parte di un programma studiato appositamente per me e per il mio obiettivo. Potete prendere spunto sulla qualità del cibo, ed è per questo motivo che non inserirò nessuna quantità (se non per 1 ricetta che ci tengo a mostrarvi).

Premessa 2: questo è solo un giorno tipo che corrisponde ad un giorno in cui mi alleno e quindi ho bisogno di più “carburante”.

Eccomi qui… io sono questa…

received_1498571720154138

Continue reading “What I eat in a day”

About Us

Rosa proteica al cuor di cioccolato (proteine vegetali)

Buongiornooo…

…la domenica è riservata per le colazioni “coccolose”, almeno per me 😛 altrimenti che domenica è!!!

Oggi vi posto una super ricetta leggera della nostra follower Maria Silvia che per la sua tortina ha utilizzato proteine vegetali 🙂

Rosa proteica al cuor di cioccolato (proteine vegetali)

INGREDIENTI 

  • 150 g di proteine vegetali in polvere gusto cioccolato
  • 100 g di farina di cocco
  • 2 uova
  • stevia a piacere
  • cannella
  • un pizzico di bicarbonato
  • acqua q.b

PROCEDIMENTO 

1. Versare in un contenitore e amalgamare tutti gli ingredienti.

2. Cuocere a 180° per 45 minuti.

Buon appetito! 🙂

#Anna 

 

2015/01/img_4393.png

About Us

Proprietà e benefici Patate Dolci

2015/01/img_4385.png

La famosa patata dolce originaria dell’america offre molti benefici per la nostra salute. Le Patate dolci sono straordinariamente ricchi di carotenoidi, pigmenti arancio e giallo che giocano un ruolo fondamentale nell’aiutare il corpo a rispondere all’insulina.

Non si può pensare se non alla vitamina C quando si pensa alle patate dolci. La vitamina C può anche aiutare a combattere le malattie del cuore e le complicanze derivate dal diabete, influenzando positivamente i nervi e i danni agli occhi. Inoltre La vitamina C è una potente vitamina idrosolubile antiossidante.

È richiesta per la sintesi del collagene nel nostro organismo. Il collage è la proteina strutturale principale nel nostro corpo necessaria per mantenere l’integrità dei vasi sanguigni, della pelle, degli organi e delle ossa. Il consumo regolare di cibi ricchi di vitamina C aiuta il corpo a proteggersi dal temuto scorbuto, inoltre aiuta a sviluppare una resistenza contro le infezioni virali, aumentando l’aggressività dei nostri globuli bianchi, accelera la guarigione delle ferite e combatte in modo ottimale i radicali liberi.

Ottima anche la quantità di vitamina A. La vitamina A è necessaria per mantenere sana la pelle e le mucose, ed è anche essenziale per la buona visione notturna. Le patate Dolci sono una ricchissima fonte di vitamina A.

Un recente studio ha scoperto che tra quasi 2.000 persone studiate, quelli la cui dieta era prevalentemente più ricca di beta-carotene e vitamina C “due sostanze nutrienti abbondanti nelle patate dolci” avevano più probabilità di non sviluppare cancro alla prostata rispetto a quelli la cui dieta conteneva piccole percentuali di queste vitamine.

Alla Harvard Medical School si è scoperto che le donne che mangiavano un sacco di cibi ricchi di beta-carotene, come le patate dolci, hanno ridotto il loro rischio di cancro al seno del 25 per cento. Mangiare patate dolci è una delle mosse più intelligenti che potete fare se soffrite di pressione alta. Questo perché le patate dolci sono ricche di potassio, un minerale noto per abbassare la pressione arteriosa. Otterrete più di potassio da una patata dolce che da una banana!
E’ bene ricordarsi che esistono diverse varietà di patate dolci che vanno dal colore rosa al bianco, dal viola scura all’arancione e cosi via. Quelle più arancioni avranno sicuramente un contenuto di beta-carotene maggiore. Quelle più bianche molto più potassio e cosi via.

#Anna (fonte internet) 🙂

VIDEO RICETTA: PATATE DOLCI CON PAPRIKA E ROSMARINO…clicca qui 

2015/01/img_4384.jpg

About Us

Ciambella alla fragola

Bonjour a tuttiii…

per la mia colazione ho preparato una buonissima ciambella alla fragola…è incredibile come con pochi ingredienti possa venir fuori una vera e propria torta!!!

Per la ricetta di oggi ho preso spunto dalla torta ai frutti di bosco dell’atleta Agnese Russo 🙂 bellissima donna e atleta…con un corpo che da far invidia!!! 🙂 Ho fatto qualche modifica alla ricetta sostituendo i frutti di bosco con le fragole (non sono riuscita a trovarli!!!).

Ecco la mia versione!

Ciambella alla Fragola

Ingredienti

40 gr di fiocchi d’avena
15 gr di proteine gusto crema&biscotto
1 cucchiaino di lievito per dolci
130 ml albume (montati a neve)
4 gocce di Tic o dolcificante a piacere
4 Fragole (+ 3 per la decorazione)

Cannella o cacao amaro

Procedimento

Mescolare i fiocchi d’avena con le proteine in polvere. Da parte montare gli albumi a neve e aggiungerli all’avena e alle proteine. Mescolare bene con un frullino. Aggiungere il Tic e un po’ di cannella. Continuare a mescolare. Aggiungere il lievito alla fine quando il composto risulta omogeneo.

Spruzzare la teglia per ciambelle, con del Pam per non far attaccare.
Informare a 160 gradi per 20 min. Lasciare raffreddare e spolverare con cannella o cacao amaro 😉 Decorare con le fragole.

Anna

20140826-084940.jpg

About Us

Valentino Tozzi-Campione Italiano Men’s Physique 2014

20140803-214243.jpg
Ciao Valentino, innanzitutto ti chiediamo una breve descrizione di te e del tuo percorso agonistico in modo da farti conoscere dai nostri Followers.
Mi chiamo Valentino Tozzi ed ho 24 anni, compiuti lo scorso 2 Maggio. Sin da bambino ho sempre fatto sport, spronato da mio padre, che mi ha trasmesso l’essere competitivo su tutto ma accettare anche le sconfitte. Per me è sempre tutto una gara, dalle cose più semplici, come mangiare più cibo rispetto agli altri componenti del mio tavolo, ad essere il più abile quando si gioca alla Play Station. Insomma, vivo di sfide ed amo confrontarmi con tutti. Sarei capace di sfidare un ragazzino di 12 anni a braccio di ferro, e magari farlo vincere solo alla fine!
Ho giocato a calcio, a tennis, e ho studiato Taekwondò, il quale mi ha permesso di assaporare la vittoria del titolo Italiano già all’età di 14 anni. Da lì a poco i successi si sono susseguiti grazie all’inizio di una vera e propria vita agonistica, fino al raggiungimento del gradino più alto del podio ai campionati internazionali FITA.
Dopo aver riposto cintura e chimono nell’armadio, ho provato ad alzare qualche manubrio, e “purtroppo” mi si sono incollate le mani. Non sono riuscito più a separarmi da questo sport che ora ha condizionato la mia vita, diventando oltre che la mia passione, anche il mio lavoro.
• Da quanto tempo ti alleni?
Ho iniziato ad allenarmi all’età di 16 anni, in casa, anzi, sotto casa! Nel garage di famiglia.
Lì mio padre aveva una semplice panca con qualche manubrio. Inizialmente fu lui a spiegarmi i primi esercizi, raccomandandomi però di non allenarmi da solo durante la sua permanenza all’estero, che lo vedeva impegnato nelle missioni di pace dell’ ONU. Io però, in questa circostanza non stavo ad obbedirlo e passavo ore ed ore a ripetere gli esercizi che mi mostrava ed altri che vedevo sulle riviste che acquistai proprio per la crescita d’interesse verso questo sport. Chi mi conosce da tempo sa che mi sono allenato a casa da autodidatta dai 16 ai 19 anni.
• Hai ottenuto dei progressi notevoli? 
Ho iniziato ad allenarmi quando pesavo 52kg. Con i primi anni di allenamento da autodidatta ho messo su parecchi kg. Ho studiato e da istruttore di sala attrezzi, sono poi diventato personal trainer. Questo mi ha permesso di applicare ciò che studiavo sul mio corpo. Solo nel mese di agosto del 2013, chiesi a quello che tuttora è il mio coach, Eugenio Paniccia, di seguirmi per provare a gareggiare nel circuito Ifbb nella categoria Man’s Physique. Più che seguire solo le sue indicazioni, ho studiato ciò che mi consigliava, facendogli sempre un infinità di domande.
Iniziammo con la preparazione agonistica il 16 settembre, e ci volle qualche settimana per entrare nell’ottica di dieta e allenamento da gara. Dopo pochissime settimane, il 9 novembre 2013, provammo solo per far esperienza, il San Marino Classic, dove con grande meraviglia mi classificai 3°, dietro a due grandi del Physique italiano e internazionale. Per me quella è stata la più bella vittoria, per il semplice fatto che era il mio esordio e che i primi due classificati sono più alti di 175cm, pertanto, se la gara fosse stata divisa per altezza e non secondo categoria unica, avrei potuto vincere un primo posto già alla mia prima gara.
• Che tipo di allenamento preferisci?
La pesistica è la mia passione, e potrei sollevare bilancieri e manubri per ore. Mi alleno alla vecchia maniera, prediligendo per tutti i gruppi muscolari 3/4 serie da 10/12 ripetizioni per circa 4 esercizi per gruppo muscolare. Il mio coach Eugenio Paniccia, pianifica tutti i miei allenamenti a seconda della mia condizione e da come voglio presentarmi in gara.
• Quante volte ti alleni durante la settimana? (distinzione off season e sotto gara)
Mi alleno 5 giorni a settimana in off e 6 in fase di gara. Il mio off seasion è brevissimo. Da atleta di Man’s Physique, non ho la necessità di far crescere i miei muscoli in modo abnorme, ma devo mantenermi sempre in forma, provando a restare asciutto e magro praticamente tutto l’anno. Questa strategia mi permette di partecipare a tutte le gare sul calendario, senza essere condizionato da periodi di fuori forma!
• Includi anche il cardio nei tuoi allenamenti? Se sì, quante volte alla settimana e cosa?
Cardio? Alle volte più che un bodybuilder mi sento un maratoneta. Indipendentemente dalla mia condizione, dalla mia dieta, e se sono a poche settimane dalla gara o meno, faccio attività aerobica 6 giorni su 7. Nell’ultima fase della mia preparazione, faccio 2 sessioni giornaliere. ll tempo della durata delle mie sessioni è scelta dal mio coach, ma generalmente oscilla intorno ai 60 minuti. Vanno bene tutti gli attrezzi cardio, anche se quello che amo di più è lo step!
• Cosa mangi di solito sotto gara? E quando non sei sotto gara?
Mangio quasi sempre gli stessi alimenti, che non sono pochi. La distinzione della mia dieta non sta negli alimenti ma bensì dalle quantità di carboidrati che assumo. Conosco molte strategie alimentari dei miei colleghi, e proprio per questo posso affermare di mangiare quasi il doppio degli altri atleti. Consumo molte proteine, derivanti da pollo, albume e pesce, ma anche molti carboidrati. Nella mia dieta non mancano mai i grassi come l’olio di oliva extravergine e anche qualche integratore di aminoacidi e proteine isolate. Quello che taglio fuori sono i latticini, perchè abbiamo riscontrato che non mi aiutano nel raggiungimento della mia forma migliore.
• Ci potresti fare un esempio di giornata tipo? (distinzione off season e sotto gara)
Generalmente la mia giornata è organizzata in base al numero di appuntamenti lavorativi, ma in ogni caso ha inizio minimo alle 7 del mattino. Dopo il mio primo pasto ed eventualmente un paio di clienti, svolgo la mia seduta quotidiana di cardio. Successivamente integratori post work out e un secondo pasto che pressappoco coincide con l’orario del pranzo ospedaliero! Il mio vero e proprio pranzo, invece, si svolge sul tardi e a seguire, dopo eventuali e ulteriori appuntamenti si svolge la mia seduta di allenamento in sala attrezzi con ulteriore integrazione post work out. Durante la scorsa stagione la mie giornate dispari erano dedicate non solo ad appuntamenti da personal trainer ma anche a lezioni di life pump e piloxing, per la quale sono stato il primo brevettato in Campania.
Pertanto, tra un impegno lavorativo e l’altro, porto a compimento i miei 6-7 pasti pro die.
Considerando che la mia carriera agonistica è cominciata da poco meno di 10 mesi, non ho mai attraversato una vera e propria fase in off season, anche perchè la mia categoria non lo prevede, anche se, lontano dalle gare, sostituisco un pasto pulito con junk food molto volentieri!
• Ti concedi degli sgarri? Se sì, ci puoi fare degli esempi?
Purtroppo, ma per fortuna della mia fidanzata, adoro gli sgarri, prepararli soprattutto. Sono infatti un collaboratore assiduo della “Dispensa del bodybuilder”, ideata dalla grande Rossella Pruneti, che insegna a sgarrare senza ingerire cibo spazzatura.
I miei cheat meal preferiti sono gli hamburger e difatti ho girato tutti i migliori Steak house della mia zona, nonchè alcuni nei vari luoghi dove sono approdato per le varie competizioni. In effetti, sebbene si tratti di carne, sono pasti che posso concedermi solo immediatamente dopo una gara, per le varie salse e condimenti che contengono. Il più sorprendente che ho visto è “the Thrumanator” del “Thuman bar” in Ohio, ma uno dei più saporiti è stato sicuramente l’hamburger con cipolle caramellate, provato da “Hamburgeseria” nel quartiere San Lorenzo a Roma.
• I tuoi familiari e amici come considerano il tuo stile di vita?
E’ stato difficile far comprendere il mio particolare stile di vita, per lo più alla mia famiglia, poichè i miei orari hanno condizionato molto anche le loro vite, ma i sacrifici hanno dato buoni frutti ed ora sono lieti di poter appoggiare il mio modo d’essere. Tra l’altro hanno fatto tesoro di alcune mie abitudini alimentari … si può dire che ora seguono quasi tutti la mia dietà!
Riguardo le amicizie, fortunatamente sono circondato da persone comprensive e che pur di stare in mia compagnia, sono contenti di privarsi di un’abbuffata del sabato sera.
• E’ difficile conciliare la preparazione con il tuo lavoro?
Sono un personal trainer, e di conseguenza trascorro quasi tutte le ore della mia giornata in palestra. Mi ritaglio sempre spazi per allenarmi e consumare i miei pasti, anche spostando gli appuntamenti lavorativi. Per mia fortuna, tutti i mei clienti sono i miei primi sostenitori. Mi sento molto fortunato sotto questo aspetto.
• Com’è la tua vita sociale sotto gara? Riesci comunque ad uscire la sera e divertirti?
Per mia fortuna ho al mio fianco una ragazza speciale, la mia fidanzata Maria, ma non solo. Tutti i nostri amici sanno bene che posso dimenticare tutto, ma non la mia borsa frigo con i vari pasti pronti e che dobbiamo accordarci sulla possibilità di mangiare fuori e cosa mangiare. Anche la settimana prima della gara mi concedo uscite notturne magari in qualche locale per serate caraibiche. Sono del parere che uscire con la ragazza e gli amici, aiuta a rilassarsi, ed il risultato finale può essere migliore di quello che si otterrebbe standosene rinchiusi in casa.
• Quali sono i tuoi prossimi impegni agonistici?
Sono in preparazione per l’Arnold Classic Europe di Madrid. Subito dopo parteiperò al Daniele Seccarecci Classic e ai Mondiali di Physique in Canada.
Anjel’s Fitness ti ringrazia e ti fa un grande in bocca al lupo per i tuoi progetti.