Allenamento in gravidanza, Fit Pregnancy

Allenamento 5° mese

Non finirò mai di ringraziarvi per l’affetto che mi dimostrate ogni giorno 🙂 mi rende davvero felice.

Questo periodo di gravidanza diventa giorno dopo giorno sempre più bello…alla ventesima settimana ho iniziato a sentire i primi colpetti da parte della piccola. Un’emozione indescrivibile!!!

Lo stile di vita sano, mi sta aiutando molto nel vivere il tutto con serenità. Il non mettere su troppi chili e il continuo movimento mi permettono di continuare la mia vita facendo tutto ciò che facevo prima.

Continuo ad allenarmi 4 volte a settimana, anche se la pancia sta crescendo. L’unico fastidio che posso avere quando sono molto stanca tra casa, lavoro e impegni vari come l’allenamento…è il nervo sciatico. In verità ne ho sempre sofferto, ma fortunatamente mi basta una bella dormita per far passare il dolore. In gravidanza non sono ammessi medicinali (a parte qualcosina in casi particolari tra cui febbre) per cui devo farmi bastare i metodi naturali.

Crescendo la pancia, in palestra c’è chi guarda “stranito” e chi incuriosito e ti riempe di domande!!! ahaha 🙂

Di seguito il circuito di questo 5° mese quasi giunto al termine 🙂

CIRCUITO TOTAL BODY (5° MESE) Continue reading “Allenamento 5° mese”

Colazioni & Snack, Farine (varie), Lifestyle, Nutrizione, Ricette Fit, Torte & Tortini, Uova & Albumi, Yogurt

What I eat in a day

Invece della solita ricetta, oggi ho deciso di parlarvi di me e delle mie abitudini, alimentari per la precisione. Questo perché ricevo numerose domande a riguardo e richieste di consigli.

Premessa 1: ognuno di noi è diverso e ciò che leggerete di seguito fa parte di un programma studiato appositamente per me e per il mio obiettivo. Potete prendere spunto sulla qualità del cibo, ed è per questo motivo che non inserirò nessuna quantità (se non per 1 ricetta che ci tengo a mostrarvi).

Premessa 2: questo è solo un giorno tipo che corrisponde ad un giorno in cui mi alleno e quindi ho bisogno di più “carburante”.

Eccomi qui… io sono questa…

received_1498571720154138

Continue reading “What I eat in a day”

About Us

Rosa proteica al cuor di cioccolato (proteine vegetali)

Buongiornooo…

…la domenica è riservata per le colazioni “coccolose”, almeno per me 😛 altrimenti che domenica è!!!

Oggi vi posto una super ricetta leggera della nostra follower Maria Silvia che per la sua tortina ha utilizzato proteine vegetali 🙂

Rosa proteica al cuor di cioccolato (proteine vegetali)

INGREDIENTI 

  • 150 g di proteine vegetali in polvere gusto cioccolato
  • 100 g di farina di cocco
  • 2 uova
  • stevia a piacere
  • cannella
  • un pizzico di bicarbonato
  • acqua q.b

PROCEDIMENTO 

1. Versare in un contenitore e amalgamare tutti gli ingredienti.

2. Cuocere a 180° per 45 minuti.

Buon appetito! 🙂

#Anna 

 

2015/01/img_4393.png

About Us

Proprietà e benefici Patate Dolci

2015/01/img_4385.png

La famosa patata dolce originaria dell’america offre molti benefici per la nostra salute. Le Patate dolci sono straordinariamente ricchi di carotenoidi, pigmenti arancio e giallo che giocano un ruolo fondamentale nell’aiutare il corpo a rispondere all’insulina.

Non si può pensare se non alla vitamina C quando si pensa alle patate dolci. La vitamina C può anche aiutare a combattere le malattie del cuore e le complicanze derivate dal diabete, influenzando positivamente i nervi e i danni agli occhi. Inoltre La vitamina C è una potente vitamina idrosolubile antiossidante.

È richiesta per la sintesi del collagene nel nostro organismo. Il collage è la proteina strutturale principale nel nostro corpo necessaria per mantenere l’integrità dei vasi sanguigni, della pelle, degli organi e delle ossa. Il consumo regolare di cibi ricchi di vitamina C aiuta il corpo a proteggersi dal temuto scorbuto, inoltre aiuta a sviluppare una resistenza contro le infezioni virali, aumentando l’aggressività dei nostri globuli bianchi, accelera la guarigione delle ferite e combatte in modo ottimale i radicali liberi.

Ottima anche la quantità di vitamina A. La vitamina A è necessaria per mantenere sana la pelle e le mucose, ed è anche essenziale per la buona visione notturna. Le patate Dolci sono una ricchissima fonte di vitamina A.

Un recente studio ha scoperto che tra quasi 2.000 persone studiate, quelli la cui dieta era prevalentemente più ricca di beta-carotene e vitamina C “due sostanze nutrienti abbondanti nelle patate dolci” avevano più probabilità di non sviluppare cancro alla prostata rispetto a quelli la cui dieta conteneva piccole percentuali di queste vitamine.

Alla Harvard Medical School si è scoperto che le donne che mangiavano un sacco di cibi ricchi di beta-carotene, come le patate dolci, hanno ridotto il loro rischio di cancro al seno del 25 per cento. Mangiare patate dolci è una delle mosse più intelligenti che potete fare se soffrite di pressione alta. Questo perché le patate dolci sono ricche di potassio, un minerale noto per abbassare la pressione arteriosa. Otterrete più di potassio da una patata dolce che da una banana!
E’ bene ricordarsi che esistono diverse varietà di patate dolci che vanno dal colore rosa al bianco, dal viola scura all’arancione e cosi via. Quelle più arancioni avranno sicuramente un contenuto di beta-carotene maggiore. Quelle più bianche molto più potassio e cosi via.

#Anna (fonte internet) 🙂

VIDEO RICETTA: PATATE DOLCI CON PAPRIKA E ROSMARINO…clicca qui 

2015/01/img_4384.jpg

About Us

Ciambella alla fragola

Bonjour a tuttiii…

per la mia colazione ho preparato una buonissima ciambella alla fragola…è incredibile come con pochi ingredienti possa venir fuori una vera e propria torta!!!

Per la ricetta di oggi ho preso spunto dalla torta ai frutti di bosco dell’atleta Agnese Russo 🙂 bellissima donna e atleta…con un corpo che da far invidia!!! 🙂 Ho fatto qualche modifica alla ricetta sostituendo i frutti di bosco con le fragole (non sono riuscita a trovarli!!!).

Ecco la mia versione!

Ciambella alla Fragola

Ingredienti

40 gr di fiocchi d’avena
15 gr di proteine gusto crema&biscotto
1 cucchiaino di lievito per dolci
130 ml albume (montati a neve)
4 gocce di Tic o dolcificante a piacere
4 Fragole (+ 3 per la decorazione)

Cannella o cacao amaro

Procedimento

Mescolare i fiocchi d’avena con le proteine in polvere. Da parte montare gli albumi a neve e aggiungerli all’avena e alle proteine. Mescolare bene con un frullino. Aggiungere il Tic e un po’ di cannella. Continuare a mescolare. Aggiungere il lievito alla fine quando il composto risulta omogeneo.

Spruzzare la teglia per ciambelle, con del Pam per non far attaccare.
Informare a 160 gradi per 20 min. Lasciare raffreddare e spolverare con cannella o cacao amaro 😉 Decorare con le fragole.

Anna

20140826-084940.jpg

About Us

Valentino Tozzi-Campione Italiano Men’s Physique 2014

20140803-214243.jpg
Ciao Valentino, innanzitutto ti chiediamo una breve descrizione di te e del tuo percorso agonistico in modo da farti conoscere dai nostri Followers.
Mi chiamo Valentino Tozzi ed ho 24 anni, compiuti lo scorso 2 Maggio. Sin da bambino ho sempre fatto sport, spronato da mio padre, che mi ha trasmesso l’essere competitivo su tutto ma accettare anche le sconfitte. Per me è sempre tutto una gara, dalle cose più semplici, come mangiare più cibo rispetto agli altri componenti del mio tavolo, ad essere il più abile quando si gioca alla Play Station. Insomma, vivo di sfide ed amo confrontarmi con tutti. Sarei capace di sfidare un ragazzino di 12 anni a braccio di ferro, e magari farlo vincere solo alla fine!
Ho giocato a calcio, a tennis, e ho studiato Taekwondò, il quale mi ha permesso di assaporare la vittoria del titolo Italiano già all’età di 14 anni. Da lì a poco i successi si sono susseguiti grazie all’inizio di una vera e propria vita agonistica, fino al raggiungimento del gradino più alto del podio ai campionati internazionali FITA.
Dopo aver riposto cintura e chimono nell’armadio, ho provato ad alzare qualche manubrio, e “purtroppo” mi si sono incollate le mani. Non sono riuscito più a separarmi da questo sport che ora ha condizionato la mia vita, diventando oltre che la mia passione, anche il mio lavoro.
• Da quanto tempo ti alleni?
Ho iniziato ad allenarmi all’età di 16 anni, in casa, anzi, sotto casa! Nel garage di famiglia.
Lì mio padre aveva una semplice panca con qualche manubrio. Inizialmente fu lui a spiegarmi i primi esercizi, raccomandandomi però di non allenarmi da solo durante la sua permanenza all’estero, che lo vedeva impegnato nelle missioni di pace dell’ ONU. Io però, in questa circostanza non stavo ad obbedirlo e passavo ore ed ore a ripetere gli esercizi che mi mostrava ed altri che vedevo sulle riviste che acquistai proprio per la crescita d’interesse verso questo sport. Chi mi conosce da tempo sa che mi sono allenato a casa da autodidatta dai 16 ai 19 anni.
• Hai ottenuto dei progressi notevoli? 
Ho iniziato ad allenarmi quando pesavo 52kg. Con i primi anni di allenamento da autodidatta ho messo su parecchi kg. Ho studiato e da istruttore di sala attrezzi, sono poi diventato personal trainer. Questo mi ha permesso di applicare ciò che studiavo sul mio corpo. Solo nel mese di agosto del 2013, chiesi a quello che tuttora è il mio coach, Eugenio Paniccia, di seguirmi per provare a gareggiare nel circuito Ifbb nella categoria Man’s Physique. Più che seguire solo le sue indicazioni, ho studiato ciò che mi consigliava, facendogli sempre un infinità di domande.
Iniziammo con la preparazione agonistica il 16 settembre, e ci volle qualche settimana per entrare nell’ottica di dieta e allenamento da gara. Dopo pochissime settimane, il 9 novembre 2013, provammo solo per far esperienza, il San Marino Classic, dove con grande meraviglia mi classificai 3°, dietro a due grandi del Physique italiano e internazionale. Per me quella è stata la più bella vittoria, per il semplice fatto che era il mio esordio e che i primi due classificati sono più alti di 175cm, pertanto, se la gara fosse stata divisa per altezza e non secondo categoria unica, avrei potuto vincere un primo posto già alla mia prima gara.
• Che tipo di allenamento preferisci?
La pesistica è la mia passione, e potrei sollevare bilancieri e manubri per ore. Mi alleno alla vecchia maniera, prediligendo per tutti i gruppi muscolari 3/4 serie da 10/12 ripetizioni per circa 4 esercizi per gruppo muscolare. Il mio coach Eugenio Paniccia, pianifica tutti i miei allenamenti a seconda della mia condizione e da come voglio presentarmi in gara.
• Quante volte ti alleni durante la settimana? (distinzione off season e sotto gara)
Mi alleno 5 giorni a settimana in off e 6 in fase di gara. Il mio off seasion è brevissimo. Da atleta di Man’s Physique, non ho la necessità di far crescere i miei muscoli in modo abnorme, ma devo mantenermi sempre in forma, provando a restare asciutto e magro praticamente tutto l’anno. Questa strategia mi permette di partecipare a tutte le gare sul calendario, senza essere condizionato da periodi di fuori forma!
• Includi anche il cardio nei tuoi allenamenti? Se sì, quante volte alla settimana e cosa?
Cardio? Alle volte più che un bodybuilder mi sento un maratoneta. Indipendentemente dalla mia condizione, dalla mia dieta, e se sono a poche settimane dalla gara o meno, faccio attività aerobica 6 giorni su 7. Nell’ultima fase della mia preparazione, faccio 2 sessioni giornaliere. ll tempo della durata delle mie sessioni è scelta dal mio coach, ma generalmente oscilla intorno ai 60 minuti. Vanno bene tutti gli attrezzi cardio, anche se quello che amo di più è lo step!
• Cosa mangi di solito sotto gara? E quando non sei sotto gara?
Mangio quasi sempre gli stessi alimenti, che non sono pochi. La distinzione della mia dieta non sta negli alimenti ma bensì dalle quantità di carboidrati che assumo. Conosco molte strategie alimentari dei miei colleghi, e proprio per questo posso affermare di mangiare quasi il doppio degli altri atleti. Consumo molte proteine, derivanti da pollo, albume e pesce, ma anche molti carboidrati. Nella mia dieta non mancano mai i grassi come l’olio di oliva extravergine e anche qualche integratore di aminoacidi e proteine isolate. Quello che taglio fuori sono i latticini, perchè abbiamo riscontrato che non mi aiutano nel raggiungimento della mia forma migliore.
• Ci potresti fare un esempio di giornata tipo? (distinzione off season e sotto gara)
Generalmente la mia giornata è organizzata in base al numero di appuntamenti lavorativi, ma in ogni caso ha inizio minimo alle 7 del mattino. Dopo il mio primo pasto ed eventualmente un paio di clienti, svolgo la mia seduta quotidiana di cardio. Successivamente integratori post work out e un secondo pasto che pressappoco coincide con l’orario del pranzo ospedaliero! Il mio vero e proprio pranzo, invece, si svolge sul tardi e a seguire, dopo eventuali e ulteriori appuntamenti si svolge la mia seduta di allenamento in sala attrezzi con ulteriore integrazione post work out. Durante la scorsa stagione la mie giornate dispari erano dedicate non solo ad appuntamenti da personal trainer ma anche a lezioni di life pump e piloxing, per la quale sono stato il primo brevettato in Campania.
Pertanto, tra un impegno lavorativo e l’altro, porto a compimento i miei 6-7 pasti pro die.
Considerando che la mia carriera agonistica è cominciata da poco meno di 10 mesi, non ho mai attraversato una vera e propria fase in off season, anche perchè la mia categoria non lo prevede, anche se, lontano dalle gare, sostituisco un pasto pulito con junk food molto volentieri!
• Ti concedi degli sgarri? Se sì, ci puoi fare degli esempi?
Purtroppo, ma per fortuna della mia fidanzata, adoro gli sgarri, prepararli soprattutto. Sono infatti un collaboratore assiduo della “Dispensa del bodybuilder”, ideata dalla grande Rossella Pruneti, che insegna a sgarrare senza ingerire cibo spazzatura.
I miei cheat meal preferiti sono gli hamburger e difatti ho girato tutti i migliori Steak house della mia zona, nonchè alcuni nei vari luoghi dove sono approdato per le varie competizioni. In effetti, sebbene si tratti di carne, sono pasti che posso concedermi solo immediatamente dopo una gara, per le varie salse e condimenti che contengono. Il più sorprendente che ho visto è “the Thrumanator” del “Thuman bar” in Ohio, ma uno dei più saporiti è stato sicuramente l’hamburger con cipolle caramellate, provato da “Hamburgeseria” nel quartiere San Lorenzo a Roma.
• I tuoi familiari e amici come considerano il tuo stile di vita?
E’ stato difficile far comprendere il mio particolare stile di vita, per lo più alla mia famiglia, poichè i miei orari hanno condizionato molto anche le loro vite, ma i sacrifici hanno dato buoni frutti ed ora sono lieti di poter appoggiare il mio modo d’essere. Tra l’altro hanno fatto tesoro di alcune mie abitudini alimentari … si può dire che ora seguono quasi tutti la mia dietà!
Riguardo le amicizie, fortunatamente sono circondato da persone comprensive e che pur di stare in mia compagnia, sono contenti di privarsi di un’abbuffata del sabato sera.
• E’ difficile conciliare la preparazione con il tuo lavoro?
Sono un personal trainer, e di conseguenza trascorro quasi tutte le ore della mia giornata in palestra. Mi ritaglio sempre spazi per allenarmi e consumare i miei pasti, anche spostando gli appuntamenti lavorativi. Per mia fortuna, tutti i mei clienti sono i miei primi sostenitori. Mi sento molto fortunato sotto questo aspetto.
• Com’è la tua vita sociale sotto gara? Riesci comunque ad uscire la sera e divertirti?
Per mia fortuna ho al mio fianco una ragazza speciale, la mia fidanzata Maria, ma non solo. Tutti i nostri amici sanno bene che posso dimenticare tutto, ma non la mia borsa frigo con i vari pasti pronti e che dobbiamo accordarci sulla possibilità di mangiare fuori e cosa mangiare. Anche la settimana prima della gara mi concedo uscite notturne magari in qualche locale per serate caraibiche. Sono del parere che uscire con la ragazza e gli amici, aiuta a rilassarsi, ed il risultato finale può essere migliore di quello che si otterrebbe standosene rinchiusi in casa.
• Quali sono i tuoi prossimi impegni agonistici?
Sono in preparazione per l’Arnold Classic Europe di Madrid. Subito dopo parteiperò al Daniele Seccarecci Classic e ai Mondiali di Physique in Canada.
Anjel’s Fitness ti ringrazia e ti fa un grande in bocca al lupo per i tuoi progetti.
About Us

Allenamento: Concentrazione ed intensità

workout-poster-298x300

Da quando mi sono avvicinata al mondo del fitness “seriamente” una delle cose che il mio allenatore mi ha trasmesso (e che cerco comunque di migliorare giorno dopo giorno) è proprio la CONCENTRAZIONE ovvero il legame tra mente e muscolo durante il workout.

“Capire” i propri muscoli durante l’allenamento, non è cosa semplice o almeno non per me. Ma quando si inizia ad entrare in connessione con i muscoli coinvolti è una sensazione straordinaria!!!

La concentrazione e l’intensità sono fattori importanti per la crescita muscolare e di certo bisogna alzare continuamente e progressivamente il livello d’intensità dell’allenamento se si vuole continuare ad avere progressi. Molte, infatti, sono le persone che dopo anni e anni di allenamento non riescono ad ottenere risultati…questo perché? Allenare i muscoli sempre con lo stesso peso e sempre nello stesso modo, per esempio, non ci porterà molto lontani. I muscoli vanno stimolati!!!

sc34d4306d26ad392d103bbc44d28ee7b11a

Diversi sono i tipi di allenamento, e ogni allenamento va studiato e personalizzato in base alla forma fisica delle persone e soprattutto in base agli obiettivi che si intendono raggiungere.

 In linea generali i consigli (sulla base della mia breve esperienza) che vi posso dare sono:

  • Riscaldare sempre i muscoli prima di iniziare il workout. I movimenti veloci quando il muscolo è freddo sono pericolosi, in quanto si esercita una gran forza sul tendine in più.
  • Eseguire le prime serie lentamente ed in perfetta esecuzione.
  • Concentrarsi sull’esecuzione dell’esercizio e non sul peso. Alzare 100kg, per esempio, senza eseguire correttamente l’esercizio non porterà a nulla. Quando il peso non è adatto a noi, c’è sempre la tendenza ad aiutarsi con movimenti di tutto il corpo, isolando meno il muscolo allenato. Rischiando anche di farsi male!
  • Portare il muscolo al limite. Le due, tre ripetizioni finali sono le più produttive dell’intero set e solo se si è arrivati al limite.
  • Eseguire gli esercizi lentamente, prestando attenzione alla fase negativa. Bisogna sollevare il peso in due secondi ed abbassarlo in quattro, fermandone la discesa.
  • Durante l’esecuzione degli esercizi contrarre sempre i muscoli interessati.
  • Rispettare i tempi di recupero 45/60sec.

“Ovviamente i miei consigli si basano su un tipo di allenamento mirato alla crescita della massa muscolare. Inoltre, allenarsi ogni giorno è un gran errore…il corpo ha bisogno di recuperare.”

Questa sono io dopo l’allenamento di oggi 🙂

20140723-153859.jpg

 Anna

Per altri articoli sui nostri workout clicca qui

About Us

Quote of the day

photo-oksana

La forza non arriva dalle vittorie. La lotta e le sfide sviluppano la tue forze. Quando attraversi le difficoltà e decidi di non arrenderti, quella è forza.

(Swarzenegger)

About Us

UN GIORNO TIPO SECONDO IL PROGRAMMA DI RICH GASPARI…#51giornisenzascuse

DB_51Days_Cover_FINAL_ITALIAN.fw_-e1398158222486-422x600

Da qualche settimana ho iniziato a leggere “51 giorni senza scuse” di Rich Gaspari, tradotto in italiano dalla Dott.ssa Rossella Pruneti.

Devo dire che nonostante non mi fossi mai interessata a Rich Gaspari, non appena il libro venne pubblicizzato ha suscitato in me un forte interesse…l’idea di avere una guida che ti aiutasse a capire da dove iniziare e come non fallire…aumentava in me sempre di più la voglia di leggerlo, e devo dire che questo libro ha soddisfatto al pieno le mie aspettative!!!

In questo periodo, essendo in preparazione per una gara, non posso provare su di me il piano di allenamento e alimentazione di Rich (anche se ho riscontrato nelle sue tabelle molti punti in comune), ma non appena potrò lo farò!!! La cosa bella e interessante è che Rich durante i 51 giorni non ti lascia mai solo, ti dice giorno per giorno come allenarti e come nutrirti…ti aiuta nei momenti critici e ti insegna come risollevarti!!! Ancora, ti insegna come organizzarti e come gestirti… e non solo!!! Ti racconta di lui, del suo inizio…delle sue paure e con un certa ironia (devo dire che è anche un tipo divertente)…ti racconta come è diventato l’uomo di successo che è oggi.

Questo programma ha procurato una nuova dose di sicurezza in me stesso…fondamentale in questo periodo con l’avvicinarsi della gara. Quando mi sento giù…quando vengo assalita da insicurezze, penso: è l’ora di prendere in mano “51 giorni senza scuse” e continuare a leggere 🙂

Di seguito vi riporto un giorno tipo presente nel libro (giorno preso a caso)

 Giorno 24…L’allenamento di oggi

TABELLA PER LA CRESCITA MUSCOLARE

(recupero: 45-60” tra serie)

Leg Curl da sdraiato – 5×10-12

Stacchi a gambe tese – 4×10-12

Leg Extension – 5x 10-12 (aggiungi 2 serie a scalare all’ultima)

Hack Squat – 3×15 (aggiungi 3 serie a scalare all’ultima)

Super Serie: Squat, affondi camminando – 3×15-20

CARDIO 20-30 minuti di interval training su tapis roulant   

 

L’alimentazione di oggi (Rich Gaspari propone come proteine Myofusion, ovviamente voi potete provare anche con le vostre 😉 )

PASTO 1: Shake proteico: 2 misurini di proteine, 120g albume, 60g fiocchi d’avena istantanei, 1 cucchiaio di burro di arachidi o mandorle al naturale, 110g di succo di mela, 110g acqua e ghiaccio quanto basta.

PASTO 2: Pancake proteico: 1 misurino di proteine, 220g di albume, 90g di fiocchi d’avena, 30g di noci a pezzettini, 1 banana a fettine. Mescolare e cuocere su fiamma bassa in una padella antiaderente con spray per cucinare. Facoltativo: aggiungere sciroppo senza zucchero.

PASTO 3:  10 mandorle                                          

PASTO 4: 220g pollo alla griglia, 70g riso integrale, 1 cucchiaio olio d’oliva con 220g di verdure                                         

PASTO 5: Come il PASTO 1                                            

PASTO 6: 220 g di bufalo macinato magro con salsa piccante o mostarda, 1 patata piccola, 220g di cavolo verza con 1 cucchiaino d’olio d’oliva e succo di limone.                                              

PASTO 7 (facoltativo): come il PASTO 1                                             

Una ricetta di Rich:

GELATO CIOCCOLATO OLANDESE E NOCCIOLE (4 porzioni)      

  • 220 g di latte scremato
  • 220 g di latte
  • 2-3 misurini di proteine al gusto Milk Chocolate (proteine al cioccolato a latte o del gusto che più preferite)
  • 2 albumi
  • 1 cucchiaino estratto di vaniglia
  • Dolcificante a zero calorie (es. Stenia, Dietic…) quanto basta
  • 70g di nocciole a pezzettini

Mettere gli albumi in acqua bollente per 30 secondi, giusto per farli appena rapprendere. Scolare e frullare. Aggiungere il latte scremato, il latte, il dolcificante, l’estratto di vaniglia e le proteine. Frullare fino a rendere omogeneo. Aggiungere le nocciole a pezzettini, frullare ancora. Versare nelle coppette di vetro e refrigerare fino a quando è pronto per essere servito.

Yummy…yummy questa ricetta sembra super!!!…se la provi postaci la tua foto 🙂

IL CONSIGLIO PER OGGI

“Devi veramente fare sette pasti al giorno per mantenere elevato il metabolismo. E’ impegnativo. E’ quindi realistico pensare a qualche pasto sostitutivo. Nel caso di poco tempo a disposizione, niente è più pratico di uno shake con le proteine in polvere”.

Per aiutarvi a capire meglio di cosa tratta il libro, vi copio la descrizione del libro: In “51 giorni. Senza scuse” Rich Gaspari vi lancia una sfida della durata appunto di 51 giorni per trasformare mente e corpo con un approccio risoluto ad un vero e proprio cambiamento di stile di vita. Sì, durante i 51 giorni del programma, dovrete essere costanti ma soprattutto rendervi conto che siete solo voi a determinare il vostro eventuale insuccesso.

Nel libro trovate non solo programma nutrizionale e tabelle d’allenamento, ma anche come superare ostacoli, affrontare problemi personali e rimanere motivati nonostante le avversità. Non importa se l’obiettivo è una gara di bodybuilding o soltanto mettersi in forma: con il programma di Rich diventerete più magri, più forti, più definiti e più grossi. Sarete anche profondamente motivati.

Non preoccupatevi se la palestra che potete frequentare vada bene, se vi sentite troppo piccoli o se pensate di essere ormai vecchi. Rich vi indicherà la strada giusta per stare in forma e sentirvi bene.

Basta con le scuse. Guardate il vostro corpo e la vostra mentalità trasformarsi e migliorare.

Un libro assolutamente completo, ha tutto ciò di cui abbiamo bisogno!!! Beh che altro dire…se non GRAZIE Rich e GRAZIE a Rossella Pruneti per la traduzione!

 NB: è possibile acquistare il libro on-line direttamente dal sito di Rossella Pruneti 🙂

Anna

About Us

La ghisa…

download

 

 

Donne…l’allenamento con i pesi non vi farà diventare uomini…!!! Darà invece, forma e tono al vostro corpo e vi renderà ancora più femminili! Per avere un corpo tonico, bisogna sviluppare la massa muscolare e ridurre la percentuale di massa grassa. Se vi dedicate a lunghe sedute di cardio, senza fare un lavoro di forza, pensando che sia il miglior modo per tonificarvi…VI SBAGLIATE!!! Se pensate che digiunare o eliminare i carboidrati è il miglior modo per dimagrire…VI SBAGLIATE!!! Mangiate pulito includendo carboidrati, proteine e grassi. Non saltate i vostri pasti…perché il digiuno vi farà trattenere grassi!!! La ghisa + cardio HIIT + alimentazione… sono la chiave per un corpo tonico…!!! #Anna #Roxanjelsfitness #Emilyskye