Avena (crusca-fiocchi-farina), Burro di anacardi, Piatti Completi, Pollo, Pranzo o Cena

Polpettine Arachidi & Bacon

Finalmente sono tornata a scrivere e dedicarmi al blog dopo un lungo periodo che mi ha vista impegnata con le gare. Sono soddisfatissima di come sia andata la stagione e soprattutto della forma raggiunta che, per me, non è un punto di arrivo ma sempre una nuova partenza.

Adesso ho più tempo per mettermi ai fornelli e condividere la mia quotidianità qui con voi.

La mia ricetta di oggi: POLPETTINE ARACHIDI & BACON

Ingredienti

180 gr di macinato di petto di pollo
2 cucchiaini di burro di arachidi FA So Good Smooth
30 gr fiocchi di avena BPR gusto Bacon
Flavor Max Protein Goat Cheese
Sale

Procedimento

Ho frullato tutto insieme e cotto in forno ventilato a 200° per circa 15/20 min.
Ho accompagnato con salsa barbecue Natural Zero.

Davvero velocissime da fare e troppo buone 🙂

#Jessica

Trovate tutto su http://www.pure-body.it/

Pesce, Piatti Completi, Pranzo o Cena, Ricette Fit, Riso

Insalata di riso venere

Per questa ricetta vi serviranno:

  • 100 gr di Riso Venere integrale Gallo
  • 150 gr di Marzancolle sgusciate congelate
  • 10 gr di olio e.v.o.
  • 2 pomodori da insalata
  • prezzemolo
  • sale
  • timo

Preparazione

Bollire il riso venere secondo i tempi indicati sulla confezione e mettere da parte (raffreddatelo sotto acqua fredda corrente a fine cottura).

Portare a bollore l’acqua in una pentola, versare le marzancolle ancora congelate (anche i gamberetti vanno benissimo). Preparare una ciotola con acqua e ghiaccio. Non appena le marzancolle diventano bianche, scolarle e versarle nella ciotola. Questa tecnica serve per fermare bruscamente la cottura.

A questo punto realizzare l’insalata di riso unendo tutti gli ingredienti.

Questo è un piatto completo e potete veramente sbizzarrirvi con gli ingredienti: mais, funghetti, cetrioli ecc. Ideale come pasto da preparare e portarsi dietro quando non si ha la possibilità di mangiare a casa.

#rossy

Patate, Pesce, Piatti Completi, Pranzo o Cena, Ricette Bimby, Ricette Fit

Polpettone patate e tonno

Ormai per variare la nostra alimentazione ci sono davvero tantissime ricette squisite. Quella che ho preparato per la cena lo è per davvero. Appena sfornato non ho resistito ne ho assaggiato un pezzo 🙂 Questa idea mi è stata data da una ragazza che ho su IG e l’ho adattata al bimby. Ovviamente se non avete il bimby la potete preparare comunque cuocendo le patate da parte e amalgamando tutto con un robot da cucina.

Io avendo il bimby ne approfitto 🙂 – inoltre approfitto per ringraziarvi per l’interesse mostrato per il gruppo facebook Bimby Ricette Fit che pian piano cresce sempre più 🙂

Oggi “rest day” (diciamo rest ahahah), ma mi sono dedicata alla casa e a qualche ricetta prima di andare a lavoro. In verità volevo anche preparare una torta ma con i tempi non mi è stato possibile! La farò in questi giorni o per la colazione di domenica. Sono indecisa tra la Carrot Cake o la Chocolate Cake 🙂

Intanto vediamo la ricetta del polpettone

Polpettone di patate e tonno

Ingredienti: Continue reading “Polpettone patate e tonno”

Avena (crusca-fiocchi-farina), Pane, Pizza & Co., Piatti Completi, Pranzo o Cena, Ricette Fit, Uova & Albumi, Verdura & Ortaggi

Cauliflower Pizza – La ”pizza” per i giorni di Low Carb!

img_3204

Da Napoletana quale sono proporre una pizza ” alternativa ” fa quasi ridere 😂
L’idea mi è venuta sbriciando delle vecchie foto … semplicemente mi è venuta voglia ,  ma essendo oggi il mio giorno di low carb ( in quanto non mi alleno ) dovevo trovare per forza qualcosa che potesse dare una parvenza di pizza ma con carboidrati bassi .

Allora ho rovistato nel frigo e nella dispensa  ed in base a quello che ho trovato mi sono messa all’opera 💪🏻

Cosa ho usato per la base :
* 35 gr di farina di avena della max protein gusto iberica
* 100 ml albume
* 150 gr di cavolfiore pesato cotto Continue reading “Cauliflower Pizza – La ”pizza” per i giorni di Low Carb!”

Piatti Completi, Pranzo o Cena, Ricette Fit

RAMEN – RICETTA GIAPPONESE

Lunghi banconi, teste chine, avventori curvi sulle loro ciotole fumanti e caratteristico rumore di brodo risucchiato: iconografia di un ramen.

La colpa del risucchio è del galateo Giapponese: per mostrare apprezzamento sorbire rumorosamente il brodo please!!!!

Ho preparato il Ramen ieri a casa per me e per Fabio e ho pubblicato la foto sul mio account facebook! Sinceramente non pensavo potesse riscuotere cosi’ tanto interesse. In molti mi avete chiesto come l’ho preparato…ed eccoci qua!

Ho provato il Ramen per la prima volta a Tokyo e io e Fabio ce ne siamo praticamente innamorati…forse più del sushi!!! La prima volta che l’ho assaggiato mi è venuto in mente il brodo della nonna…quello bello saporito!

Il ramen è comunque un piatto semplice (quello dei poveri)  – semplice come la cucina giapponese in generale, per questo la amo 😍

La prima cosa da fare è preparare il brodo.
1. Ho preparato il brodo di carne con: acqua (ovviamente tanta), 4/5 pomodori, 1 zucchina, 1\2 cipolla, 1 carota, sedano, carne per il brodo (pezzo intero), dado di carne (fatto in casa), un po’ di peperoncino e ho fatto cuocere per quasi 3 ore!!! Tutte le verdure nel brodo vanno messe intere o comunque a pezzi grandi.
2. Quando il brodo sarà pronto (lo potete preparare quando volete anche il giorno prima) lo dovete filtrare.
3. In una ciotola bella capiente mettete i noodles e versateci sopra il brodo bollente. I noodles vanno cotti così.  Lasciate riposare per qualche minuto.
4. Sopra aggiungere le uova sode (vanno cotte poco al centro andrebbero lasciate crude) – poi la carne (io ho usato quella del brodo x mancanza di tempo, ma i giapponesi usano la lonza di maiale a fette) – poi aggiungere le alghe al sesamo (io le ho comprate in Giappone) – un po’ di salsa di soia – curry se vi piace- e tanta erbetta cipollina 🙂

Qui trovate tranquillamente tutti gli ingredienti nei negozi orientali

Buon Ramen 🙂

Anna 

Piatti Completi, Ricette Fit, Riso, Uova & Albumi

ROXY YAKIMESHI… la mia verisone del piatto giapponese.

Il fashino della cucina giapponese non risiede solo nella particolarità dei colori e delle forme del cibo, ma soprattutto negli alimenti utilizzati.

Io ne vado matta, ma… ahimè… rientra nel mio piano alimentare solo ed esclusivamente come PASTO LIBERO. Definirlo sgarro non è eccessivo perché nell’apparente leggerezza di un bocconcino di riso e pesce crudo, si nascondono delle caratteristiche che quasi nessuno conosce.

Vediamo quali.

Innanzitutto per fare il sushi si utilizza un riso particolare: un riso bianco, dolce a grano corto e il cui requisito essenziale è la coesione dei chicchi.

Inoltre, vi siete mai chiesti il motivo del suo sapore dolciastro? Ed ecco la fregatura… per cuocerlo si utilizza un mix di aceto di riso, mirin, zucchero e sale. Per chi non lo sapesse il mirin è una sorta di sakè dolce giapponese da cucina, le materie prime sono rappresentate dal riso glutinoso cotto a vapore e il liquore di riso.

Non è finita qui… tipicamente quando, comodamente seduti al ristorante in buona compagnia, si gusta una deliziosa barca di squisitezze orientali… si finisce per cadere nella trappola del “Un boccone tira l’altro”. E senza accorgercene abbiamo spazzolato 2-300 gr di riso.

Quindi, se anche possiamo considerare i nostri amati Futomaki, Hosomaki, Temaki, Uramaki… e chi più ne ha più ne metta… nutrizionalmente accettabili, diventa un obbligo badare alle quantità.

Il mio consiglio è quello di leggere attentamente TUTTO il menù, perché potreste trovare altro che vale veramente la pena mangiare. Mi riferisco al Sake Teriyaki (salmone), al Maguro Teppanyaki (tonno)  e al Sashimi (pesce crudo).

Ho un validissimo ristorante giapponese vicino casa ed ogni sabato sera mi concedo (quando posso) il mio piatto preferito: KAISEN YAKIMESHI – riso alla piastra con pesce misto. Mi azzardo a dire che non avete ancora vissuto, se non avete mai mangiato un YAKIMESHI.

Ho provato a farlo da me, ma senza il pesce (non arrivo a tanta abilità) e sostituendolo con i bocconcini di pollo… Ed ecco a voi il mio personalissimo YAKIMESHI.

ROX YAKIMESHI

Yakimeshi

Ingredienti

  • 100 g di Riso integrale
  • 1 o 2 albumi
  • 150 gr di pollo
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 foglia di verza
  • 1 pezzo di peperone
  • salsa di soia
  • 1 cucchiaino di olio di cocco

 

Procedimento

Far bollire il riso in acqua bollente non salata per 30 min (o a seconda del tempo suggerito sulla confezione). Scolare e mettere da parte. E’ preferibile che il riso sia al dente perché continuerà successivamente la sua cottura.

Cuocere il pollo alla piastra, tagliarlo a piccoli pezzettini e metterlo da parte.

Tagliare finemente la cipolla, la carota, il peperone e la verza. Se non vi piace il sapore della verza, potere ometterla o sostituirla con un gambo di sedano. In un wok lasciare sciogliere a fiamma bassa il cucchiaino di olio di cocco e versare le verdure appena affettate. Lasciare cuocere una decina di minuti girandole continuamente con un cucchiaio di legno. Aggiungere gli albumi e girare continuamente. Dopo 5 min aggiungere il pollo e girare continuamente. Infine aggiungere il riso e girare continuamente fino a quando tutto è ben amalgamato (e riscaldato dato che il riso e il pollo sono stati lasciati da parte).

La parte più importante del processo è “girare continuamente”, perché la presenza dell’albume potrebbe creare spiacevoli inconvenienti e rischiereste di far attaccare tutto alla padella.

Non è finita qui: alzare la fiamma ed aggiungere la salsa di soia (quantità a piacere, da ¼ a ½ bicchiere) e girare continuamente. Non appena tutto è ben amalgamato e la salsa di soia è stata completamente assorbita colorando tutti gli ingredienti, servire… e MANGIARE.

Cimentatevi in cucina con la mia ricetta, ma soprattutto se andate al ristorante GIAPPONESE… ricordatevi di me ed ordinate del buon YAKIMESHI.

Ecco una foto del vero piatto giapponese

vero Yakimeshi

Rossella

ROXY YAKIMESHI … my interpretation of a Japanese dish.

The charm of Japanese cuisine is rapresented not only by its colors and shapes, but mostly by the type of food used.

I love it so much!!!… but unfortunately I can have this amazing dish only when my body is allowed to have a FREE MEAL. It can be easily called “Cheat Meal” because behind the apparent lightness of the rice and raw fish, is hidden a cooking process that almost no one knows .

Let’s see what I am talking about!

First of all for making sushi you have to use a certain type of rice: a white rice, sweet and with a short grain. And Its special feature is the cohesion of the grains.

Also…Have you ever wondered why it has a sweet taste? Here you are! …to cook it you will have to use a mix of rice vinegar, mirin , sugar and salt. The “mirin” is an essential condiment used in Japanese cuisine. It is a kind of rice wine similar to sake with a higher sugar content and composed by raw materials like steamed glutinous rice and rice liquor.

And guess what?… usually when you sit comfortably at the restaurant in good company, enjoying a delicious oriental boat … you end up falling into the trap of ” One bite leads to another .” And without realizing it, you brushed away 2-300 grams of rice.

So even if we consider our loved Futomaki, Hosomaki, Temaki, Uramaki nutritionally acceptable, it becomes an obligation to pay attentino to the amount of food that we eat. So, I advice you to read well the menu when you are in a Japanese Restaurant, because you might find another dish wich is worth eating. Like: Teriyaki Sake (salmon ), Maguro at Teppanyaki (tuna ) and Sashimi (raw fish). There is a very good Japanese restaurant near my house, and every Saturday night I allow myself (when I can) to have my favorite dish: KAISEN YAKIMESHI – rice with grilled mixed fish. My motto is: “Eat YAKIMESHI and than you can die!!!”…belive me!

I tried to make it at home, but replacing the fish with the chicken nuggets (just to make it easier)And here’s my YAKIMESHI version.

ROX YAKIMESHI

Ingredients

■ 100 g of brown rice
■ 1 or 2 egg whites
■ 150 grams of chicken
■ 1 onion
■ 1 carrot
■ 1 cabbage leaf
■ 1 piece of pepper
■ soy sauce
■ 1 teaspoon of coconut oil

Process

Boil the rice in unsalted boiling water for 30 min (or depending on the time suggested on the package). Drain it and set aside. Cook the rice al dente because in the next processes it will continue to cook.

Grill the chicken, cut it into small pieces and keep it aside.

Chop the onion, carrot, pepper and cabbage. If you do not like the taste of the cabbage, replace it with a stalk of celery. Place in a wok over low heat, a teaspoon of coconut oil and pour the freshly sliced ​​vegetables. Cook for about ten minutes turning constantly with a wooden spoon. Add the egg whites and keep stiring. After 5 minutes add the chicken and turn continuously. Finally add the rice and stir until everything is well mixed (make sure it is well heated as the rice and the chicken were left aside).

It is very important that you stir continuously all the ingredients during the cooking process because the presence of white eggs can create unwanted problems and you risk to stick everything to the pan.

Turn up the heat and add the soy sauce (amount to taste, ¼ to ½ cup ) and turn continuously . As soon as everything is well mixed and the soy sauce has been completely absorbed by coloring all the ingredients, serve it… and EAT!

Enjoy yourself in the kitchen with my recipe, and if you go to a JAPANESE restaurant…think about me and don’t forget to ordered a good YAKIMESHI.

Rossella